Il Culto della Madonna di Custonaci - Processione - eventi e tradizioni popolari locali

hotel san vito lo capo
trapani hoteltrapani hoteltrapani hotel
hotelservizi hotel villazina trapanitrapani e come raggiungerciprezzi hotel trapani e san vito lo capolast minute trapanisala banchetti e ricevimenti trapanicentro benessere trapani
--> Home / Dove Siamo / Maria SS. di Custonaci

Madonna di Custonaci

nche Custonaci avrebbe assunto un ruolo di particolare rilievo per la religiosità popolare, attorno al cui valore è costruita la sua stessa storia. La venerazione di Maria SS. di Custonaci fu certamente incoraggiata dal Clero ericino, che non era ancora riuscito ad emulare il culto pagano per la Dea Venere. Fino a che punto il Clero cattolico di allora abbia contribuito a creare la storia stessa della Madonna di Custonaci in alternativa alla divinità pagana, da cui ereditò alcuni cerimoniali che consentirono più agevolmente di riqualificare il sentimento religioso collettivo, non e dato sapere, pur esistendo, in merito, diverse congetture.
Secondo la leggenda accadde che nei primi anni del XV sec. l'immagine di una Vergine che allatta il Bambino Gesù, sia stata sbarcata nella baia di Buguto da una nave proveniente da Alessandria d'Egitto, i cui marinai, miracolosamente scampati ad una tempesta, la posero, per voto fatto, nella vicina collina di Custonaci, dove già esisteva una cappella dedicata all'Immacolata. È impossibile stabilire l'autenticità di questa leggenda avente, per altro, luoghi comuni con altre storie di immagini sacre, di città e paesi non solo di Sicilia, ma è certo che l'affascinante leggenda, testimoniata dalla tradizionale perpetuazione di quei fatti che rivivono ogni anno per la festa matronale, ha segnato in maniera determinante la storia dell'Agro Ericino.
Non si conosce la data precisa dell'arrivo del simulacro, ma si è potuto accertare che già nel 1422 il quadro era a Custonaci, per come rivelato da un documento notarile del 25 aprile 1422, con il quale «Maria di Custonaci» otteneva un lascito da un tale Manfridio di Moncalarda; così pure risulta che il quadro non fosse ancora arrivato a Custonaci nel 1338 in base sempre a documenti notarili, trovati dallo storico Castronovo, in base ai quali un certo milite G. Maiorana, dettando le sue ultime volontà al notaio De Mauro, faceva dei legati a tutte le chiese esistenti ai suoi giorni nella Città e nel suo contado, senza citare quella di Custonaci.
La Madonna diventa il valore attorno al quale i Custona­cesi si riconoscono come comunità e costruiscono la loro autonomia da Erice, entrando spesso in conflitto con la Città capoluogo proprio per il diritto di proprietà del quadro della Madonna, la cui venerazione si diffuse in tutto il territorio circostante, tanto che la Madonna di Custonaci è Matrona della stessa Erice, di Favignana e lo è stata anche di Trapani.
L'originaria cappella in cui fu posta la Madonna, fu re­staurata ed ingrandita nel 1575 (inizio della costruzione del Santuario) come testimonia la campana principale datata 1577. Nei secoli successivi sarà continuata l'opera di costruzione del Duomo-Santuario, ultimata alla fine del secolo scorso. Nel 1572 ebbero inizio le festività annuali in onore di Maria SS. di Custonaci con un pellegrinaggio da Custonaci a Erice dove veniva portato il simulacro in spalla.
Questi trasporti avvennero, oltre che per le festività, per scongiurare le calamità naturali, come siccità, peste, cavallette, epidemie. Ad ogni trasporto, però, il simulacro veniva trattenuto ad Erice per lunghi periodi ed in alcune circostanze anche per anni, suscitando controversie con i Custonacesi, più volte degenerate in rappresaglie, tanto che, dopo circa quattro secoli, si pose fine a questi trasporti.
Infatti nell'immediato dopoguerra una sentenza della Corte di Cassazione decretava l'inamovibilità del quadro la cui vetustà sconsigliava i lunghi trasporti onde evitare eventuali danni al simulacro, come già era avvenuto in diversi trasporti precedenti ed in particolare nell'ultimo.

dal libro di Giuseppe Bica "I beni culturali e ambientali della Riviera dei Marmi".

Approfondimenti sulla PROVINCIA DI TRAPANI

-> Informazioni turistiche Trapani
-> Erice
-> San Vito lo Capo
-> Alcamo e Segesta
-> Castellammare del Golfo e Marsala
-> Salemi - Gibellina e Selinunte

Maria SS di Custonaci Processione Maria SS di Custonaci Processione Maria SS di Custonaci
Sbarco Madonna di Custonaci Sbarco Madonna Custonaci Processione Madonna Custonaci

Data Arrivo:
Notti:    Adulti per camera: Figli :
Access code/IATA code :
codici GDS: ( Amadeus ON TPSVIL ) ( Galileo ON 90518)
( Sabre ON 139398 ) ( Worldspan ON TPSVI )

Cancella  Opzioni
Arrivo Notti: Adulti: Bambini 4/12 anni:
Cognome *
Nome *
Email: *
Telefono *
Nazione *
Richieste
Accetto l'informativa Iscrivimi alla Newsletter